27 dicembre 2007


Tutti gli appassionati di musiche improvvisate conoscono il festival Konfrontationen. Si tiene ogni estate, ormai da ventotto anni, a Nickelsdorf, in Austria, nell'accogliente atmosfera della Jazzgalerie e dell'annesso ristorante guidati da Hans Falb, musicista e organizzatore instancabile e generoso, responsabile oltre che del festival dei numerosi concerti che si effettuano nel piccolo club durante l'anno. Le occasioni di incontro tra musicisti di ogni parte del mondo, la qualità delle proposte musicali - lo scorso luglio suonarono tra gli altri Misha Mengelberg, Han Bennink, Eugene Chadbourne, Phil Minton e la stellare Barry Guy New Orchestra - la vicinanza fisica, ideale ed affettiva tra artisti e pubblico fanno di Konfontationen una delle più belle esperienze 'comunitarie' di musica dal vivo, difficilmente realizzabile in contesti appena un poco più formali, o anche solo più grandi.

Purtroppo potrebbe non esserci una prossima edizione di Konfrontationen, stando all'allarme e al grido di aiuto lanciati pochi giorni fa dallo stesso Hans Falb, cui le autorità austriache contestano irregolarità nella gestione del festival e inadempienze di varia natura, con richieste di risarcimento tali da far temere per lui pesanti risvolti giudiziari, la confisca di beni e la chiusura forzata di ogni attività. Ecco quanto scrive Falb:

THE FUTURE IS UNWRITTEN/UNCERTAIN
at the moment jazzgalerie nickelsdorf is in big trouble. it may not be possible to continue its work providing a home for and promoting contemporary improvised music, electronica, noise, underground, a lot of different folks are worrying about the present situation in nickelsdorf, which is characterised by serious financial problems because of old and current obligations, administrative concerns like taxes, social insurances, the wages for the workers, payments to the ministry of finance, bank interests, etc. now the nickelsdorf case is at court, the decision will come in the next days. because of this precarious circumstances the restaurant is close to the edge of being closed. the worst case scenario is that they will shut everything down and that could mean that they not even allow me to stay in my own house. i am very happy and proud to give a place and home to many fantastic musicians from all over the globe and a gallery for artists, troubadours, passengers, friends in troubles, etc. some people might think i am chaotic – but i would like to be called chaotic with a purpose. i never will or can think of my work as bureaucratic, you need a lot of craziness to do what i have done for more than 30 years. sun ra once stated that "space jobs don’t pay any money" – i agree and still i want to go on. this has become more and more difficult during the past years, because subsidies from the regional and national authorities were missing. therefore i am asking for solidarity actions from friends who would like to see me continue my work and find a way to keep the annual festival and concerts alive for 2008 and beyond. a first step to help the jazzgalerie is to send e-mails to austrian institutions, persons and organisations which are dealing with cultural agendas in order to make them aware of the fact that this place has international reputation and relevance. please use the inserted addresses and take your time to comment the work of the jazzgalerie. for those who are in a position to support the jazzgalerie financially there will be a special account. people who are interested in transferring money can ask for this number directly or wait for further information. the whole financial crisis is like a gordian knot. not even for myself it is possible to draw a line between the private hans falb, the club, and the restaurant. the private hans falb was sued by the akm (in other countries known as buma, stemra, gema, ascap, sai, etc.) for unpaid fees. i was sentenced to 3 months of prison suspended for a period of 3 years. i tried to reach a consensus on this matter but was unsuccessful, so the same sentence was repeated this october. actually, i have been working illegally for the past 3 years and still would be for the next 3 years whenever i organise concerts at the jazzgalerie. i am not allowed to turn a record player on, or play music on vinyl. in terms of the court i do this work for my own private enrichment. i must be a millionaire by now, mustn’t i? it was eric dolphy who said: when the music is gone in the air you can never capture it again, it is gone forever. please reply with all your questions and helping advices. -- hans falb, december 16, 2007

Tra le iniziative già avviate per aiutare Falb c'è un'asta pubblica con opere donate da artisti amici, allestita a Nickelsdorf a pochi passi dalla Jazzgalerie (visibile anche on-line in http://www.hans-paul-limbeck.info/auktion/auktion.htm), mentre gli indirizzi del governo austriaco cui inviare messaggi a sostegno di Konfrontationen e dell'attività del club sono:


Tutte le informazioni sul festival sono in http://www.konfrontationen.at/
Auguri Hans!

23 dicembre 2007


Il numero di gennaio 2008 di Record Collector riserva quattro pagine di foto e intervista a Robert Wyatt (per l'ennesima volta indicato come the 'saddest voice in the world'). Un riassuntivo, benché largamente incompleto, elenco di recensioni e articoli usciti nei mesi scorsi a proposito di Comicopera si trova al sito Metacritic in http://tinyurl.com/3x8m6m

L'intervista a Wyatt realizzata da John Kelly e trasmessa l'11 dicembre scorso all'interno del suo programma radiofonico The JK Ensemble per l'irlandese RTE Lyric FM si riascolta in http://www.rte.ie/lyricfm/jk/1109083.html

21 dicembre 2007


Un estratto dal concerto londinese del Delta Saxophone Quartet (con ospiti Hugh Hopper e Simon Pearson) dello scorso 10 dicembre si vede in http://tinyurl.com/36p9ku. Occasione era il lancio ufficiale dell'album "Dedicated to you, but you weren't listening - The music and spirit of Soft Machine re-visited", per MoonJune Records.

20 dicembre 2007


Esce a gennaio 2008 la riedizione del libro di Ian Carr Music Outside: Contemporary Jazz in Britain, scritto nel 1973.

This title features in-depth interviews with seven influential jazz composers and musicians in Britain in the 1970s including Mike Westbrook, John Stevens, Trevor Watts, Jon Hiseman, Evan Parker, Chris McGregor and Mike Gibbs. The author documents their ideas, influences, enthusiasms and the heroic efforts to continue playing the music to which they are committed. The interviews are set in context with some detailed notes on other individual musicians as well as a section on Carr's band, Nuceus. This title is republished with a postscript by Roger Cotterrell and new photos.

Northway Publications
39 Tytherton Road
London N19 4PZ

19 dicembre 2007


Ora è ufficiale. Art Bears e le indimenticabili canzoni di Hopes & Fears, Winter Songs e The World as it is Today torneranno a vivere anche in concerto - dopo l'estesa riproposta di Art Box (ReR, 2004) - il prossimo anno, debuttando al Fimav di Victoriaville (venticinquesima edizione, dal 15 al 19 maggio 2008). Non ci sarà però Dagmar Krause: con Chris Cutler e Fred Frith saranno Zeena Parkins, Carla Kihlstedt, Julia Eisenberg e Kristin Slipp.
Altro evento di rilievo del festival sarà il settetto zorniano The Dreamers (Zorn, Baptista, Baron, Dunn, Ribot, Saft, Wollesen).

18 dicembre 2007


Val la pena visitare il sito di Insubordinations, una delle tante etichette indipendenti che producono e pubblicano materiali musicali sul web favorendone e incoraggiandone la circolazione secondo i criteri ormai famosi della Creative Commons License. L'elvetica Insubordinations - che raccoglie simbolicamente il testimone dello storico squat ginevrino Cave12 dopo lo sgombero della scorsa estate - si dedica a free jazz, elettroacustica e musica improvvisata, con un catalogo in cui sono presenti interessanti contributi da Portogallo, Francia, Argentina, Polonia e Canada tra gli altri. Spicca su tutti il lavoro, pubblicato a ottobre, dell'ensemble LE GGRIL assieme a Jean Derome e Les Poules (Joane Hétu, Danielle Palardy Roger e Diane Labrosse). Link diretto: http://www.dincise.net/insubordinations/releases20.html

15 dicembre 2007


Hazel Miller annuncia per la prossima primavera la pubblicazione su Ogun Records di un cofanetto di 5 cd con materiali noti, rari e inediti dei 'leggendari' Blue Notes:

A box set with Blue Notes for Mongezi, 2 full length CDs with extra material from the double LP previous release OG001/002 Blue Notes in Concert (OG220) with extra material from the live concert Blue Notes For Johnny (OG532) and extra material from the studio recording. All of which have never been on CD before, plus the re-issue of Blue Notes Legacy formerly released as a CD OGCD007 which has been out of print for over a year. A booklet with contributions from an international collection of writers, and musicians with photos collected from various archives, hopefully available by late March early April.

Al gruppo fondato nel 1962 da Chris McGregor e comprendente Dudu Pukwana, Mongezi Feza, Nick Moyake, Johnny Dyani e Louis Moholo è stato assegnato lo scorso settembre un tardivo ma importante riconoscimento ufficiale, The Order of Ikhamanga in Silver [The Order of Ikhamanga is awarded to South African citizens who have excelled in the fields of arts, culture, literature, music, journalism or sport. This award is made in three categories. For exceptional achievement the Order is awarded in gold. It is awarded in silver for excellent achievement, and in bronze for outstanding achievement. This Order is awarded to South African citizens who have excelled in the fields of arts, culture, literature, music, journalism and sport.]

Nel sito della Presidenza della Repubblica del Sudafrica si leggono i dettagli: http://tinyurl.com/ywhwvc

13 dicembre 2007


Eddie Prévost è intervistato da Nic Jones per All About Jazz. Quasi tutti i suoi materiali, dischi e libri, si rintracciano attraverso il sito di Matchless Recordings, riorganizzato di recente anche per rendere più funzionale l'acquisto diretto: http://www.matchlessrecordings.com

12 dicembre 2007


Il ricco catalogo di Ambiances Magnétiques offre molti titoli a prezzo speciale per acquisti entro il prossimo 10 gennaio. Tra questi, anche un nuovo titolo dvd per il trio Derome / Guilbeault / Tanguay, Étymologie, ripreso all'Off Festival de Jazz di Montréal l'anno scorso.

11 dicembre 2007



L'intervista a Robert Wyatt pubblicata da Chronic'Art lo scorso ottobre si legge ora integralmente in http://tinyurl.com/25weea

09 dicembre 2007


The Guardian ricorda Karlheinz Stockhausen a pochi giorni dalla morte, avvenuta a Colonia lo scorso 5 dicembre, all'età di 79 anni. Il mese di dicembre accomuna molto lontanamente questa scomparsa a quella di Cornelius Cardew (1936-1981), che al compositore tedesco dedicò nel 1974 il discusso Stockhausen Serves Imperialism.

06 dicembre 2007


ReR Megacorp inaugura la tradizionale stagione di acquisti a prezzo agevolato - da domani fino al 7 gennaio prossimo - con un appello di reciproco aiuto tra sostenitori e 'casa madre': "Tough times for labels and distributors; a super weak dollar, casual downloading and a general lack of interest have hit everyone. So what better time to exchange favours? Ours to drop all our prices across the board; yours to help keep the old firm afloat."
Nelle centinaia di titoli prodotti o distribuiti ci sono anche i nuovissimi Biota, Clear Frame, Peter Cusack, The Necks e Steve McLean.

ReR Megacorp
79 Beulah Rd.
Thornton Heath
Surrey CR7 8JG UK
44 (0) 208 771 1063

30 novembre 2007


L'incontro pubblico che Robert Wyatt tenne a Londra lo scorso 15 ottobre è stato filmato ed è ora visibile per intero - quasi 90 minuti - su YouTube in http://tinyurl.com/29fpjt

28 novembre 2007


Dal sito House of Chadula si annuncia l'allestimento di una speciale antologia di otto dischi dedicati alla saga Insect and Western, tema assai ricorrente nella produzione dal vivo e in studio degli ultimi anni di Eugene Chadbourne:

"The BIG news or should I say bug news is the 8-CD box set Insect and Western, truly an art object but no less a musical event on a grand scale. Players from many countries and most states in the union have taken part in performances involving works from my Insect and Western series. Documentation to date has been highlighted by three separate discs on the British Leo label: Insect Attracter, Worms with Strings and Beauty and the Bloodsucker. This deluxe box set contains all three of these discs in their original CD—not CD-R—pressings plus all the liner booklet and tray card art. In addition owners will find the Bedbugs CD-R featuring fine jazz players from the St. Petersburg, Florida scene. Plus there are four more discs of previously unreleased material. Sacred Insects of Ancient Egypt is the only new title that will also be available separately, see description below. The two-disc Butterfly Garden examines this suite in contrasting solo and septet modes: the maestro Keiji Haino dug the solo performance, taped at The Stone in New York City in May of 2006. Finally there is a brand new disc overviewing various compositions in the series in more recent performances, including the Emotional and Intellectual World of the Cockroach, a new version of the Worms With Strings suite and excerpts from a French workshop version of Sacred Insects of Ancient Egypt done without my physical participation. Much artwork and copious examples of scores in these beautiful boxes. Truly a deluxe gift."

Titoli recenti per l'inarrestabile Chadbourne sono anche Come One, Come All: Country Boobs!, New Directions In Appalachian Music, Concert Band Massacre By Evil Spell (decimo capitolo di una serie 'horror') e l’antologico Chadbourne Auction House.

27 novembre 2007


The Wire ospita nel numero di dicembre 2007 una bella recensione collettiva dei cinque titoli finora usciti per Reel Recordings, una pillola Roxy Music di Michael Bracewell e soprattutto una retrospettiva dedicata al geniale Harry Partch, con un'analisi della produzione discografica e diverse immagini del suo fantastico strumentario. Qualche minuto di Revelation in the Courthouse Park (Champaign-Urbana, Illinois, 1961) si vede in http://www.thewire.co.uk/articles/342, tratto da uno dei capitoli della preziosa serie Enclosure pubblicata tenacemente da Innova.
Gli strumenti di Partch sono illustrati dallo stesso autore - e si possono perfino "provare" - in http://tinyurl.com/yuwx6

24 novembre 2007


Louis Philippe pubblica sul sito Sunshine (e anche su MySpace) una mini-serie di propri scritti brillanti e curiosi, zeppi di consigli e suggerimenti su composizione arrangiamento e tecniche di registrazione. Titolo è Confessions of a Strings Arranger. Da non perdere.

23 novembre 2007


L'intervista radiofonica di Robert Wyatt di venerdi scorso, condotta da David Dye per World Cafe su WXPN 88.5 FM, emittente pubblica dell'Università della Pennsylvania, si riascolta in http://tinyurl.com/ys7ooh

22 novembre 2007


John Zorn è a Milano al Teatro degli Arcimboldi domani 23 novembre con un programma di composizioni e improvvisazioni eseguite da diversi gruppi di musicisti: xXaphan - The Book of Angels (Secret Chiefs), Necronomicon (Crowley Quartet), un duo con Milford Graves e il celebre game-piece Cobra.

21 novembre 2007


Piotr Redlinski documenta la ventunesima edizione del festival Music Unlimited di Wels - guidata quest'anno da Carla Kihlstedt - con una bella galleria fotografica in http://www.redlinski.net/unlimited21/index.htm

19 novembre 2007


Burning Shed annuncia l'uscita di due importanti documenti d'archivio riguardanti Uriel ed Egg, formazioni cruciali della scena inglese sperimentale e sotterranea della fine degli anni sessanta cui diedero vita prima come quartetto - con Steve Hillage - e poi come trio Dave Stewart, Mont Campbell e Clive Brooks. Molti i materiali raccolti in Arzachel Collectors Edition e The Metronomical Society, sia ufficiali sia portati alla luce ora per la prima volta, incluse immagini e testimonianze d'epoca prodotte direttamente dai protagonisti. Tante e tali da condurre alla pubblicazione di un vero e proprio libro a sé stante, dal titolo Copious Notes, redatto e curato dall'imbattibile, anche con la penna, Stewart. Che scrive: "While compiling the sleeve notes for the two Egg archive CDs I asked my colleagues to send me their recollections of the era. Mont Campbell and Antony Vinall (a lifelong friend who was at school with us and wrote some of the Arzachel lyrics) responded so enthusiastically - and in such great detail - that I couldn't bear to hack their contributions down to size to fit the two CD booklets. Instead, I thought it would be nice to create a special booklet to accompany the CDs which would include our unexpurgated memoirs and other related text. That gave me the opportunity to write at length about the music and add my own memoirs. It also meant we could include song lyrics and many more photos of Uriel, Egg and the Ottawa Company taken by Terry Yetton between 1968 and 1972. Copious Notes turned into quite a labour of love - reading it is probably the closest you can get to experiencing the sights, sounds, smells and sensations of our corner of the experimental / underground UK music scene of the late '60s."

Informazioni al sito di Burning Shed nella sezione Egg Archive.

17 novembre 2007


Il gruppo Magma ha preso parte alla puntata di ieri del programma televisivo Esprits libres condotto da Guillaume Durand su France 2, eseguendo un frammento di Ka, brano ormai celebre e immancabile nel repertorio dal vivo degli ultimi anni. Un estratto video con la sola parte magmiana è ora su YouTube, mentre l'intera puntata - che aveva ospiti tra gli altri Rachida Dati, ministro della giustizia francese, e il presidente senegalese Abdoulay Wade - si può rivedere ancora per una settimana in http://programmes.france2.fr/esprits-libres/23844267-fr.php

14 novembre 2007


Si tiene a Londra a partire dal prossimo 29 novembre il sedicesimo Festival of Experimental Music prodotto e curato dal London Musicians' Collective. Partecipano tra gli altri Yasunao Tone, Taku Sugimoto, Charlemagne Palestine, Steve Beresford, John Butcher, Tony Buck. Informazioni in http://www.l-m-c.org.uk

Cochrane Theatre, Southampton Row, London WC1B 4AP
Box Office: 020 7269 1606
Festival Pass: £35/ LMC Members £20
Day Pass: £15 / LMC Members £10 / Students £5
Bar opens 6pm

The London Musicians' Collective has been active on London's new music scene for over 30 years, promoting the best in experimental and improvised music concerts, running festivals, tours and workshops, producing special events and publications, and realising radio broadcasts via the acclaimed Resonance 104.4 FM. Among our recent successes have been our Among our recent successes have been this year's 30th Anniversary concert series; 2005's "Immaterial" series; and summer 2004's "Feedback: Order From Noise" tour for the Contemporary Music Network, curated by Knut Aufermann and featuring Alvin Lucier, Otomo Yoshihide, Nicolas Collins, Sarah Washington, Billy Roisz, Xentos Fray Bentos and Toshimaru Nakamura. Our current plans include a second volume of the best-selling Your Favourite London Sounds CD, compiled by Peter Cusack, the launch of our new CD series, more issues of Resonance magazine - as well as regular concerts and our pivotal activity in the ongoing 24/7 broadcasts at Resonance 104.4 FM, a project reliant on two hundred volunteers and which uniquely showcases the work of thousands of radical artists. LMC is proud to have established and to run this incredible venture. The only arts organisation in Britain with a truly 24/7 public presence, LMC continues to expand and respond to new demands, encouraging access to and use of this unique resource - and forging collaborations with the leading musicians, sound artists, agencies, writers, thinkers and activists in the capital and beyond: no other arts organisation thinks like us or acts like us.

London Musicians' Collective Ltd,
Room 3.6, Third Floor
Lafone House, 11 - 13 Leathermarket Street
London SE1 3HN, England
tel: 020 7403 1922

12 novembre 2007


Una cronaca dell'incontro pubblico tenuto a Parigi da Robert Wyatt lo scorso 16 ottobre si trova nella sezione Abécédaire del sito A Robert Wyatt discography; la registrazione video integrale - ne esiste anche una versione introduttiva di soli 3 minuti - è in http://tinyurl.com/2cyq4c
Una bella intervista con David Garland, che da vent'anni cura per la radio newyorkese WNYC il programma domenicale Spinning on Air, è stata trasmessa lo scorso 4 novembre: la si riascolta in http://www.wnyc.org/shows/spinning/episodes/2007/11/04

09 novembre 2007


John Kelman scrive per All About Jazz le recensioni di Dedicated to You... But You Weren't Listening, bella rilettura 'machinista' ad opera del Delta Saxophone Quartet e di Good Morning, storico album di Daevid Allen (con i catalani Euterpe) recentemente riproposto da Esoteric Recordings con suono assai migliorato rispetto ad altre edizioni su cd.

07 novembre 2007


Esce per Emanem un album del compianto Paul Rutherford, Solo in Berlin 1975, che il trombonista aveva vanamente cercato di veder pubblicato a suo tempo; si tratta di brani quasi completamente inediti tratti da concerti e sedute di improvvisazione tenuti a Berlino nel marzo e nel novembre del 1975. A scanso di equivoci rispetto alla pubblicazione postuma di questi materiali, così scrive - non senza amara ironia - Martin Davidson, titolare dell'encomiabile etichetta:

"These recordings were among those that Paul Rutherford had been trying to get issued for several years. I had made enquiries about obtaining them, but sadly the tapes did not materialise until after his untimely death. I have never understood why interest in artists seems to increase after they are no longer around to appreciate it. (Maybe I should kill the musicians on Emanem to boost sales!) Therefore I am somewhat loath to issue this CD at this juncture, in case I give the impression of cashing in on a disturbingly sad event. However, the music contained herein is so superb that it is crying out to be put into the public domain, rather than continue to languish in the vaults. Until now Rutherford’s masterpiece has generally been considered to be
The Gentle Harm of the Bourgeoisie – quite rightly in my opinion (vested interests aside) – but I think this Berlin collection from the following year is at least as good. Hopefully it will help to illustrate why I consider Rutherford (along with Derek Bailey, Evan Parker, and a handful of others) to have been one of the greatest innovative and creative instrumentalists."

http://www.emanemdisc.com/E4144.html

05 novembre 2007


Musica Jazz di questo mese ha in serbo un dono preziosissimo: il cd allegato è infatti un inedito interamente dedicato ai concerti italiani tenuti lo scorso giugno da Annette Peacock - in solitudine o in coppia con il percussionista Roberto Dani - a Ferrara, Vignola, Mondaino, Parma e Lugo, nell'ambito di un progetto speciale della regione Emilia-Romagna rivolto ad artisti della musica contemporanea internazionale. Non meno prezioso del cd è l'inserto monografico della rivista, con testi immagini e interviste di Marcello Lorrai e Alessandro Achilli.

www.annettepeacock.com
http://www.imtheone.net

01 novembre 2007


The Bonzo Dog Doo-Dah Band annuncia l'uscita a dicembre di un nuovo album di studio, il primo dopo 35 anni, dal titolo Pour L'Amour Des Chiens, cui contribuiscono molti dei musicisti variamente transitati nelle formazioni storiche - Neil Innes, Roger Ruskin Spear, Rodney Slater, 'Legs' Larry Smith, Dudley Bohay-Nowell, Sam Spoons e Bob Kerr - e altri unitisi al gruppo di recente in occasione dei festeggiamenti del quarantesimo anniversario (Adrian Edmondson, Stephen Fry e Phill Jupitus).

L'album sarà regolarmente disponibile dal 10 dicembre - anche in versione 'deluxe', con un dvd in aggiunta - ma volendo lo si scarica in formato digitale già ora in http://tinyurl.com/32y42t

31 ottobre 2007


Altre recensioni di Comicopera e interviste a Robert Wyatt sono uscite su Pitchwork Media, The Village Voice, The Daily Damiuri e sul numero di novembre di The Wire:

27 ottobre 2007


Una bella galleria fotografica dedicata al concerto londinese di mercoledì scorso in memoria di Paul Rutherford si vede in http://tinyurl.com/382dpm

25 ottobre 2007


Jean Emmanuel Deluxe conversa amabilmente con gli ineffabili Louis Philippe e Bertrand Burgalat. Videointerviste su http://www.gonzai.com

24 ottobre 2007


Sono appena usciti due album curiosi e interessanti per la nuova etichetta What Delicate Recordings, 'Sookie Jump' di Eldridge Skell's The Rude Staircase, e '...and though we're told we've got it all, the all we've got is freezing cold...' di Condor Moments, esaltati entrambi dal lavoro di missaggio di Bob Drake.

Drake annuncia per il 2008 la pubblicazione dei concerti ('Great performances!') di Frith, Cutler e Hodgkinson tenuti l'anno scorso a dicembre presso il newyorchese The Stone.

22 ottobre 2007


Si tiene dal 29 ottobre al 7 novembre prossimi la seconda edizione del festival Spectrum XXI diretto da Iancu Dumitrescu e Ana-Maria Avram, con un fitto calendario di concerti e seminari dedicati a musiche elettroacustiche e acusmatiche ('spectrales') a Bruxelles, Parigi e Ginevra. Oltre al fedelissimo Hyperion Ensemble - al fianco di Dumitrescu da una trentina d'anni - partecipano Mirel Iancovici, Tim Hodgkinson, Chris Cutler, Jean-Philippe Collard-Neven, Janet Pape, Kornelia Bruggmann, Gustavo Aguilar, Robert Reigle, Monica Timofticiuc.

19 ottobre 2007


Il brano inciso, letteralmente, sul quarto lato della versione in vinile di Comicopera di Robert Wyatt non si ascolta, si legge!
Su Wyatt (e Alfreda Benge) merita senz'altro di esser letto l'articolo pubblicato ieri su The Guardian, in parte recensione dell'album, in parte ritratto biografico - con toni di toccante umanità - e in parte intervista; lo firma Dave Peschek, autore di una recente intervista anche con Rachel Unthank and the Winterset (la cui versione di Sea Song Wyatt ama moltissimo).

18 ottobre 2007


Si terrà il prossimo 24 ottobre l'annunciato concerto londinese in memoria di Paul Rutherford, scomparso lo scorso agosto. Ci saranno moltissimi dei suoi colleghi musicisti e amici più cari.

7.30 - Mike Westbrook / Chris Biscoe Duo
7.45 - Harry Beckett / Marcio Mattos / Tony Marsh Trio
8.00 - Keith Tippett / Julie Tippetts / Louis Moholo-Moholo / Dave Amis
8.15 - Lawrence Casserley / Robert Jarvis Duo
8.30 - Simon Picard / Gail Brand Duo
8.45 - Lol Coxhill / Pete McPhail Duo
9.00 - Trombone Fiesta - Alan Tomlinson / Dave Amis / Robert Jarvis & Gail Brand
9.15 - Presentation of Paul's Instruments to the Cuba Solidarity Committee
9.45 - Veryan Weston / Maggie Nicols - Duo Politico
10.00 - Evan Parker / Kenny Wheeler / Phil Wachsmann / Steve Beresford
10.15 - Henry Lowther / John Russell Duo
10.30 - London Improvisers Orchestra and guests

Memorial Concert for Paul Rutherford
24 October 2007
Red Rose, 129 Seven Sisters Road, London, N7 7QG
tel 0871 332 4436

Un affettuoso e accorato ricordo di Rutherford è sul numero di ottobre 2007 dello Smith's Academy Informer, scritto da Mike Westbrook. Lo si trova anche in
http://www.westbrookjazz.co.uk/smiths_informer.shtml#paul

17 ottobre 2007


Ormai imminente l'uscita dell'album Dedicated To You But You Weren't Listening, una rilettura di brani Soft Machine compiuta dal Delta Saxophone Quartet - Graeme Blevins, Peter Whyman, Tim Holmes, Chris Caldwell - con l'ausilio di Hugh Hopper e Morgan Fisher. Gli arrangiamenti sono di Issie Barratt, Joe Duddell, Paul Englishby, Morgan Fisher, Adrian Revel e Mike Smith.

Produttore è John Winfield su Moon June Records; il sito dell'etichetta ospita anche tre brevi filmati, uno dei quali tratto dal seminario-concerto tenuto a Catania a inizio anno: http://www.moonjune.com/MJR017.htm

Il quartetto, con Hugh Hopper, sarà in concerto a Milano, al Teatro Manzoni, il prossimo 18 novembre.

16 ottobre 2007


Musicisti e gruppi che abbiano adottato o imitato esteriormente lo stile Magma non sono mai mancati, quasi fin dal primo apparire degli originali, con esiti - si sa - molto molto vari. Meno frequenti invece sono state finora le sortite sul terreno dell'interpretazione e della rilettura dello specifico repertorio magmiano, dove pure i classici e le pagine memorabili non scarseggiano; a questo intende ovviare almeno in parte "Hamtaï!", un omaggio alle musiche di Christian Vander allestito dall'etichetta Welcome Records con il coinvolgimento di fedeli ed affiliati della prima e dell'ultima ora (i vari Blasquiz, Cahen, Chevalier, Forgas, Gauthier, Lockwood, Thollot, Top, Widemann, ma anche Zaar, Koenjihyakkei, Mats/Morgan Band e Nebelnest tra i molti altri).

Il doppio cd sarà disponibile ufficialmente a fine mese, ma intanto alcune copie sono state distribuite in occasione dei concerti di Magma al festival di Nancy Jazz Pulsations poche sere fa, mentre diversi estratti si ascoltano in http://myspace.com/hamtai

15 ottobre 2007


Bob Ostertag ha appena completato un nuovo lavoro - si chiama w00t - pubblicandolo immediatamente presso il sito http://www.bobostertag.com perché possa essere scaricato gratuitamente, come è possibile fare (già dall'anno scorso) per tutti i 14 cd di cui Ostertag è titolare e di cui possiede i diritti come autore.
Si tratta di un collage sonoro di circa cinquanta minuti, interamente costruito a partire da suoni di giochi elettronici, e che in origine doveva accompagnare Special Forces, una performance multimediale in coppia con Pierre Hébert concepita in risposta all'invasione israeliana in Libano nel 2006. Il pezzo non è ancora stato eseguito in Europa, ma l'occasione potrebbe venire dal tour in allestimento per l'inizio 2008.

Scrive Ostertag:
"As you probably know, in March of 2006 I put all my recordings to which I owned the rights online for free download (14 CDs). Today I am releasing my first recording to skip the CD-for-sale stage and go directly to free Internet download. The piece is titled w00t, and was composed entirely from fragments of music. In keeping with my "open source" approach, I am even publishing the list of computer games from which the audio samples are taken. The associated "cover art" (there is no disc and thus no actually cover) is made by John Cooney, and is made of image samples from the same games I took the audio samples from. w00t can be downloaded from free from http://www.bobostertag.com/music-recordings.htm where you will find both a 4 minute "trailer," as well as the full 50 minute piece.
The w00t music began as the soundtrack for Special Forces, a live cinematic performance by Living Cinema (Pierre Hébert and myself), which addressed the Israeli invasion of Lebanon in 2006. Special Forces received its world premiere in Beirut, and its US premiere at the San Franicso Museum of Modern Art, this past April. The piece has not yet been performed in Europe."

14 ottobre 2007


Sean O'Hagan firma oggi per The Guardian un bell'articolo dal titolo 'Where are pop's heirs to 'awkward bugger' Wyatt?' su Robert Wyatt e Comicopera, dando prospettiva e contesto all'uscita dell'album e alla sua esposizione a un pubblico anche molto giovane. O'Hagan, soltanto omonimo del leader di Microdisney e High Llamas, è uno dei due conduttori dell'incontro pubblico con Wyatt domani sera a Londra (Purcell Room, 7.30pm.).

Altre recensioni e interviste sono uscite nel frattempo su Pitchwork Media, AllMusic, All About Jazz e BBC:

11 ottobre 2007


Radio3 Suite ritorna al festival zorniano Complete Masada dello scorso giugno per proporre alcuni concerti - quelli di Erik Friedlander, Bar Kokhba, Jamie Saft Trio, Asmodeus e Mark Feldman-Sylvie Courvoisier del 25 e 26 - non trasmessi in precedenza. Martedì 16 ottobre e martedì 6 novembre 2007, ore 20.30.

10 ottobre 2007


La puntata di lunedì scorso del programma della BBC Live at Midnight ha riproposto una parte del concerto londinese di Soft Machine del 20 luglio 1972, trasmesso a suo tempo da Radio 1 e successivamente pubblicato un paio di volte anche su cd (l'edizione più recente, del 2005, è su Hux). In formazione erano Ratledge, Hopper, Jenkins e Marshall, alla loro quinta uscita insieme.

This live BBC concert was recorded at London's Paris Theatre on 20.7.1972, just a few months before the live and studio material for band’s album Six was put together. This concert was the fifth by this incarnation of Soft Machine, with Karl Jenkins joining Mike Ratledge, Hugh Hopper and John Marshall, adding his considerable skills on woodwinds and keyboards, not to mention his talents as composer.
This performance also showcases the exceptional Hopper-Marshall rhythm section. ‘Slightly All The Time’, from the pre-Fifth days, is almost unrecognizable. The rest of the set is a mixture of compositions, mostly bearing only minor resemblance to the originals, from Fifth and Six Album. Although only weeks into its existence, this line-up of Soft Machine was already a very solid unit, as this performance testifies.

08 ottobre 2007


Anticipando l'incontro pubblico parigino con Robert Wyatt, in programma il 16 ottobre prossimo (Divan du Monde, 19.30, con intervista guidata da Jean-Daniel Beauvallet), Les Inrockuptibles pubblica un mini-dossier wyattiano radunando, oltre a quelle riguardanti Comicopera, recensioni e interviste degli ultimi quindici-sedici anni (da Dondestan a questa parte). Una recensione di Comicopera è oggi anche su Libération.

05 ottobre 2007


A proposito dell'uscita pressoché contemporanea dei due album di Kevin Ayers e Robert Wyatt, e dell'improvviso spazio loro dedicato da radio e stampa (per esempio, sedici pagine su Soft Machine e Robert Wyatt sull'edizione tedesca di Rolling Stone nel numero di ottobre 2007), così osserva Steve Lake nel gruppo di discussione What's Rattlin':

"With Wyatt and Ayers having new albums simultaneously there is indeed an unprecedented deluge of ex-Canterbury press right now. I read today the Wire and Jazzwise Wyatt cover stories. If you look at all these pieces - the Wyatt interviews and the Ayers interviews - back to back, the characteristic that Kevin and Robert finally share, the common quality that comes through most strongly, seems to be a desire to work as little as possible.
If you factor into the picture the very premature retirement of the extremely talented Ratledge, the death of Elton Dean and the bizarre disappearance of Phil Howard, you're left with this void where a great band ought to be, with only Daevid Allen and Hugh Hopper still beavering away at the edge of the crater. It remains one of the strangest histories in rock..."

Recensioni e interviste di questo periodo a Wyatt ed Ayers vengono via via raccolte anche presso il gruppo di discussione Whatevershebringswesing.

04 ottobre 2007


Dopo l'intervista di qualche giorno fa, New Statesman offre nuovamente spazio a Robert Wyatt ("A man of distinction") pubblicando la recensione di Comicopera scritta da David Smyth. Nello stesso numero della rivista c'è anche una recensione del bel libro di Michael Bracewell ("A marvellous book about art, music, ideas and Englishness") Roxy Music, Re-make/Re-model: Art, Pop, Fashion and the Making of Roxy Music, 1952-1972.

03 ottobre 2007


Dal 16 al 20 ottobre prossimi Mike Westbrook offre una rilettura del suo celebre On Duke's Birthday, guidando in varie città della Svizzera (Basel, Bern, Lausanne, Luzern, Zürich) un ensemble ad hoc formato da membri di cinque diverse scuole musicali elvetiche.
L'album - la registrazione di un concerto francese del 1984 con Dominique Pifarely, Danilo Terenzi, Brian Godding, Georgie Born e Phil Minton tra gli altri - è stato da poco rimasterizzato e ristampato su Hat Hut / Hatology. Nelle note di copertina scrive Art Lange: "What's most remarkable about the music's resultant structural integrity and intricacy is that it all flows so seamlessly, sounds so spontaneous and organic, without artifice or contrivance. Mike Westbrook seems to share similarities with Gil Evans in this regard - long, slowly evolving pieces built upon a few seemingly static chords or minimal thematic material; initially unassuming background figures or fills growing gradually to major proportions; a sometimes slouching restless, deliberate yet relentless momentum eased along by shifting instrumental colors or intense, integrated solo statements".

02 ottobre 2007


Il ventunesimo festival Unlimited a Wels, Austria si tiene dal 9 all'11 novembre prossimi, con la guida artistica di Carla Kihlstedt. Definito ormai del tutto il programma, dal titolo Songs for Hands & Mouths; dettagli in http://www.musicunlimited.at

01 ottobre 2007


Altri contributi scritti, audio e video a proposito di Robert Wyatt e dell'album Comicopera. I migliori? Alessandro Achilli su Musica Jazz di ottobre, l'intervista in dieci punti pubblicata pochi giorni fa da New Stateman, l'intervista video sul sito dell'etichetta Domino Records interamente dedicato all'album (con testi, immagini e dovizia di dettagli), e le retrospettive (con brani di intervista) su De Wissel / VPRO. Intervista e puntata speciale su Wyatt anche per Battiti su RadioTre venerdì prossimo, 5 ottobre, a mezzanotte.

30 settembre 2007


Jez Nelson ha dedicato a Mike Osborne l'ultima mezzora del suo programma radiofonico del venerdì Jazz on 3 per la BBC, intervistando al telefono John Surman e riproponendo ricordi e commenti di Evan Parker, Jeff Green e Alan Skidmore.
Un ritratto del sassofonista è apparso pochi giorni fa anche su The Independent.

29 settembre 2007


Riprendendo ed estendendo l'esperienza K-Space, Tim Hodgkinson e Ken Hyder hanno recentemente stretto alleanza con Robert ("Lu") Edmonds fondando con lui il trio Raz3, rinnovando l'attenzione alle pratiche dell'improvvisazione libera e insieme ispirandosi a musiche di disparate culture e provenienze (soprattutto asiatiche). Edmonds ha fatto parte in passato di Damned, Shriekback, 3 Mustaphas 3 e Mekons (con quest'ultimi fa tuttora concerti), ha suonato tra gli altri con Public Image Ltd., Billy Bragg e Lol Coxhill, suona diversi strumenti a corda e a fiato ed è anche costruttore di numerosi 'oggetti sonori'.

Del trio si legge e si ascolta qualche brano in:

26 settembre 2007


Davvero un grandissimo onore per Dylan Howe - figlio del chitarrista Steve Howe - avere ospite Robert Wyatt in occasione del concerto tenuto dal suo quintetto a Lincoln, nel Lincolnshire, lo scorso 22 settembre. Wyatt si è unito al gruppo per cantare Round Midnight, di Thelonious Monk. Come si sa, Wyatt non saliva su un palcoscenico per cantare da molti molti anni. Così spiega il fatto lui stesso: "It's the first time I'd sung live in 25 years! I just felt it. If I don't have time to think about it, then I can just sneak up on myself and do it, I suppose! It was great fun, I was even thinking of sitting in on the last number too." Un evento a sorpresa, destinato a suo modo a rimanere nella storia, e di cui non c'era ovviamente traccia nelle pubblicità del concerto (ad esempio in http://tinyurl.com/ytvld2).

Nel quintetto, ora in procinto di cambiare composizione, erano Chris Hill (basso), Ross Stanley (piano), Quentin Collins (tromba) e Brendon Allen (sassofono tenore), oltre al batterista Howe.

25 settembre 2007


Radiotre Suite Jazz trasmette stasera alle ore 20.30 la registrazione del concerto tenuto a Roma lo scorso 25 marzo da Louis Moholo Quintetto: Louis Moholo, batteria; Roberto Bellatalla, contrabbasso; Roberto Ottaviano, sax soprano; Pino Minafra, tromba; Livio Minafra, pianoforte. La scaletta dei brani: A Song (K. Tippett), Orange Grove (H. Miller), Mofolo (H. Miller), Angel Nomali (D. Pukwana), Blues for Nick (D. Pukwana), Dedicated to Mingus (K. Tippett), Seven for Lee (E. Dean), Sondela (M. Feza), Thoughts to Geoff (K. Tippett), You ain't gonna know me 'cause you think you know me (M. Feza), Out of bounds (E. Dean).