18 dicembre 2009


L'amore per la canzone, capace di sorprendere e comunicare con musica e parole in forme antiche e nuove, accompagna da sempre David Garland sia nella produzione in proprio, come autore e interprete, sia nei molti programmi radiofonici di cui egli è animatore, lucido e sempre accorto: primo tra questi è Spinning On Air, in onda da più di vent'anni per la newyorkese WNYC. Ne porta il segno anche il calendario di concerti - una ventina circa - che per questo fine mese Garland ha allestito presso il locale The Stone: “The emphasis of my programming at The Stone during the last weeks of 2009 is on musicians who subtly, insistingly, and creatively expand the potential of song. By investing songs with both heart and brain, and by tapping into the alchemy of the understandable and the mysterious, these daring songwriters prove that the ancient combination of words and music can still yield surprises, open new vistas, and permit and promote profound communication.” Garland stesso si produrrà in un paio di occasioni, una delle quali - “Processing Xmas”, la sera di Natale - assieme al figlio Kenji.