03 agosto 2011



Burning Shed offre a mo' di souvenir una ristampa su vinile a 180 grammi del buon vecchio terzo Soft Machine. Quel che ne scrisse all'epoca Daniel Théron - su un Rock'n'Folk del 1970, firmandosi Melmoth prima di farsi conoscere alternativamente come Dashiell Hedayat, Paul Smaïl, Eve Saint-Roch oppure Jacques-Alain Léger - è in www.disco-robertwyatt.com/images/Robert/critiques/soft3.htm

www.burningshed.com/store/canterburyscene/product/104/3199