25 giugno 2012


E la musica dei Westbrook - tre brani da Platterback (1999) e uno da Love Songs (1970), album di cui è reinterpretata anche la grafica di copertina - è felicemente presente a fianco di quella di Alan Gowen, Dave Stewart e Fred Frith nell'esordio discografico di Ferdinando Faraò con la sua Artchipel Orchestra, Never Odd or Even, cui danno ulteriore lustro la partecipazione diretta di Phil Miller e la presentazione di Jonathan Coe.

"Presentato in anteprima all’Ah-Um Milano Jazz Festival 2011, il progetto di Artchipel Orchestra rende omaggio a due figure storiche della musica: Mike Westbrook e Alan Gowen. Mike Westbrook è uno dei più influenti compositori e bandleader della New Thing britannica nonché arrangiatore, direttore d'orchestra e polistrumentista: una figura estremamente creativa del jazz contemporaneo. Ha composto per organici di dimensioni variabili - dal pianoforte solo al trio, fino all’orchestra sinfonica - e ha lavorato per cinema, televisione e teatro, dando vita a opere, jazz cabaret e “music theatre pieces”. Tra questi Platterback, a cui appartengono i brani interpretati da Artchipel. «Platterback è qualcosa di completamente nuovo», spiega Faraò, «che appartiene a un concetto musicale cui sono interessato da molti anni, ovvero la combinazione tra jazz e teatro». Alan Gowen, tastierista e compositore di culto della scena fusion/progressive, è stato uno dei musicisti più importanti per lo sviluppo del jazz rock negli Anni ’60 e ’70. Scomparso trent’anni fa a soli 34 anni, ha fatto parte di band storiche come i Gilgamesh e i National Health."

https://sites.google.com/site/artchipelorchestra/never-odd-or-even