20 ottobre 2012



Nella puntata di stanotte Battiti ricorda Peter Kowald a dieci anni dalla scomparsa: "Viaggiatore instancabile, improvvisatore appassionato, maieuta quasi suo malgrado, Peter Kowald è forse il musicista europeo legato all'improvvisazione radicale che meglio di altri ha saputo costruire un ponte tra le radici afroamericane dei suoi pari negli Stati Uniti e del jazz che lo aveva affascinato fin da giovane e gli aspetti più liberi e irriducibili della nuova musica europea. Lo ricordiamo a dieci anni dalla sua scomparsa insieme al batterista Fabrizio Spera che con lui ha condiviso esperienze sul palco e fuori. In chiusura di serata, dopo una selezione da alcuni dei suoi dischi e un percorso ragionato a proposito della sua intera carriera, ascoltiamo parte di un concerto inedito, quello realizzato a Zona Rischio, Roma il 21 dicembre 1995 dal quartetto Ossatura (lo stesso Spera, Luca Venitucci, Elio e Maurizio Martusciello) con ospite il contrabbassista di Wuppertal".

www.battiti.rai.it