24 maggio 2015


Nuovo appuntamento domani sera al Masada a Milano (viale Carlo Espinasse, 41, alle ore 22.00) con lo splendido programma ideato e diretto da Massimo Giuntoli, Inaudito-Segnali sonori dal sottobosco. Alle chitarre, rispettivamente classica ed elettrica, due delle migliori menti delle rispettive generazioni: Luciano Margorani e Francesco Zago.

The Feldman Improvisation (Luciano Margorani: chitarra classica). Le “Feldman improvisations” sono improvvisazioni per chitarra classica dove il silenzio, le dinamiche ridotte, la lentezza, la ripetizione e la presenza di parti sia dissonanti che melodiche hanno una parte molto importante, traendo spunto dalle composizioni per pianoforte solo dell’ultimo periodo del compositore statunitense Morton Feldman (1926-1987) come “Piano”, “Triadic Memories”, “For Bunita Marcos” e ”Palais de Mari”.

ESP – Electric Solo Performance (Francesco Zago: chitarra elettrica, live electronics). La chitarra elettrica è ormai da molti decenni lo strumento popolare per eccellenza. Malgrado la sua enorme diffusione, però, il mondo della musica “leggera” e quello della composizione colta non sono ancora riusciti a incontrarsi e a integrare fino in fondo le risorse vastissime e la “modernità” di questo strumento. La solo performance di Francesco Zago accosta il repertorio colto contemporaneo alle “radici” pop dello strumento, la ciclicità del rock all’improvvisazione informale, l’ambient music al minimalismo. Il programma potrà includere brani, fra gli altri, di Eric Chasalow, Hugues Dufourt, Elliott Carter, Steve Reich, Fausto Romitelli, Elliott Sharp, oltre che dello stesso Zago.

http://www.masadamilano.it
https://www.facebook.com/events/402687949903627