23 marzo 2016


Immersioni prolungate in chiare acque canterburiane propongono The Winstons - Lino Gitto, Enrico Gabrielli e Roberto Dell'Era, più qualche ospite - con l'omonimo album di debutto prodotto in diverse versioni per AMS Records, specialista del progressive rock all'italiana. Brani, riff, sonorità e scelte strumentali dipingono quasi dal vero scenari di profondità e di superficie esplorati in origine soprattutto da Egg, Caravan e Soft Machine. Nella sezione ringraziamenti non destano meraviglia i nomi di Robert Wyatt, Hugh Hopper e Daevid Allen (però manca Kevin Ayers, chissà perché), dato l'insistente rivolgersi del trio alle mappe del Primo Volume. Gli approdi si avvistano tramite Bandcamp.

https://thewinstons.bandcamp.com/album/the-winstons
https://www.facebook.com/The-Winstons-936895146382917
http://www.ams-records.it