26 gennaio 2017


Una lettura fortemente romantica del periodo berlinese, con pertinenti agganci ad epoche precedenti o successive (da Station to Station a Blackstar), nozioni di contesto (Kurt Weill, Philip Glass, Lou Reed, Kraftwerk, Iggy Pop) e tanto di finale strappalacrime (Where Are We Now?): quello diretto e curato negli arrangiamenti da Hans Ek, pur con qualche eccesso, potrebbe essere il miglior omaggio a David Bowie prodotto a tutt'oggi, a un anno dalla scomparsa. Certo superiore a quelli dell'anno scorso a Londra o New York, o di pochi giorni fa a Los Angeles e Melbourne: fan testo finora le prove di Gothenburg, lo scorso ottobre, e di Stoccolma, a dicembre. Bowie in Berlin.

http://www.hansek.se/Hans_Ek.html
https://vimeo.com/195478045
https://www.facebook.com/berwaldhallen
http://sverigesradio.se/sida/avsnitt/834803?programid=4427