21 giugno 2012


Tra le pubblicazioni che la moscovita Mirumir accoglie sotto il proprio ombrello, prodotte da etichette sussidiarie specializzate in ristampe in vinile, trovan posto qua e là anche alcuni documenti semiufficiali di area canterburyana: una collezione Wilde Flowers, A Short Break di Robert Wyatt, registrazioni primordiali dei Soft Machine - probabilmente quelle annotate in Canterburied Sounds - e un paio di loro concerti del 1970, in Olanda (Live At Het Turfschip) e a Londra (At Ronnie Scott's Jazz Club). Il catalogo si consulta in http://lilith-records.com/