18 aprile 2019


Si inaugura questa settimana a Bourges (Francia) e rimane aperta fino al 2 giugno prossimo per iniziativa del collettivo Bandits-Mages la prima esposizione al mondo dedicata ai Residents, con l'arduo compito di offrire uno sguardo organico alle molteplici attività manifeste e segrete del gruppo, attraverso le opere musicali, grafiche, audiovisive e multimediali via via prodotte in quasi cinquant'anni di storia. Ci saranno proiezioni, ascolti guidati, interviste e conferenze con la partecipazione di Leigh Barber e Homer Flynn, una presentazione dal vivo di God in Three Persons, incontri a sorpresa e altre apparizioni, ovviamente avvolte nel mistero, e perfino una ricostruzione della stanza maledetta di Bunny Boy. Chissà se basteranno i tre piani del centro d'arte contemporanea Transpalette scelto come sede; un primo assaggio è in programma stasera, con l'intervento radiofonico pubblico di Cosmogol 999 per la Jet FM di Nantes.

This first retrospective exhibition of The Residents, produced by Bandits-Mages, covers the three floors of the Transpalette in Bourges. Within these walls The Bunny Boy Secret Room will physically reappear after its creation in 2008 on youtube. A deep trip into the visual and audio aesthetics of the collective, the exhibition puts rare documents and archives into perspective through performances, screenings and meetings with thinkers and contemporary artists.

http://www.bandits-mages.com/en/blog/2019/04/02/bandits-mages-presente-the-residents