25 agosto 2021

 

Pochi a Londra han saputo tenere viva l'attenzione per le musiche di improvvisazione e promuoverne la diffusione durante i periodi più bui dei diversi lockdown al pari della London Improvisers Orchestra e dei musicisti che vi gravitano attorno - grazie in particolare al grande lavoro di coordinamento svolto da Caroline Kraabel - disseminando il web di contributi e collaborazioni e riuscendo nonostante tutto a tener fede al tradizionale impegno di un concerto collettivo a inizio di ciascun mese. Ora che, con cautela, son tornati ad aprire i battenti i vari Cafe Oto, Iklectik, Vortex e Hundred Years Gallery e si ripresenta l'opportunità di piccoli concerti in presenza anche all'interno dei locali, si segnala un'interessante iniziativa online facente capo al Lonely Impulse Collective, guidato da Emily Suzanne Shapiro, che dalla precarietà dell'isolamento e dalla provvisorietà intende comunque trarre vantaggio: "We are a collective of improvising musicians creating work inspired by the current conditions in the world. Normally, we would be out working together in real time but now, confined alone to our own spaces, we turn inwards and redirect our attention to solo work. Every 24 hours, a solo track of improvised music by one of the collective will be available online for free streaming or to be purchased for download. At the end of that period, the track will be removed from the platform and replaced with a new track so that at any point in time only one will be available. This model reflects the ephemeral nature of real-world improvised music performances."

https://twitter.com/LondonImprOrch
https://www.instagram.com/lonely_impulse_collective