27 gennaio 2022

 

Maggie Nicols non mancò al concerto dedicato a John Russell proposto lo scorso novembre al Vortex, nell'ambito del London Jazz Festival: con lei vi presero parte anche Paul G. Smyth, Pascal Marzan, Dave Tucker, Phil Minton e Dominic Lash, tra i più assidui partecipanti alle periodiche sessioni di Mopomoso. Altri omaggi al compianto chitarrista, in occasione del primo anniversario della sua scomparsa, vengono proposti in questi giorni a Tokyo in distinte occasioni da amici e collaboratori tra cui Yumiko Tanaka, Tetuzi Akiyama, Ken Ikeda e Sabu Toyozumi.

https://youtu.be/53rhlhtquCE
https://jazztokyo.org/news/events/post-72652
https://jazztokyo.org/news/post-73453

26 gennaio 2022

 

Uno dei più affettuosi saluti a John Russell, scomparso proprio in questi giorni un anno fa, lo diede Maggie Nicols, a lui vicina in molte vicende musicali e umane nel corso degli anni. Con emozione: La vie s'en va.

https://www.facebook.com/JohnRussellguitar

25 gennaio 2022

Trasmettendo da casa, in tempo di quarantena.
John Russell



24 gennaio 2022


Trasmettendo da casa, in tempo di quarantena.
Zeena Parkins




23 gennaio 2022

Trasmettendo da casa, in tempo di quarantena.
Ikue Mori




22 gennaio 2022

 

E in vena di viaggi a ritroso, volendo, si può tornare per qualche attimo ai giovedì sera di Channel 4 di fine anni Ottanta con il karaoke più folle dell'epoca: quello di Kazuko Hohki.

https://youtu.be/Cid-4upzJNU
https://youtu.be/kS3wKEb9_zY

21 gennaio 2022

 

Altro itinerario che viene ripercorso in questo periodo è quello di Moacrealsloa, settimanale di musiche non convenzionali prodotto a Bruxelles da Radio Panik che lungo il mese di gennaio si autocelebra con trenta puntate speciali, una per ogni anno di vita: conduce Nico Bogaerts. Auguri!

Depuis 30 ans, l'émission hebdomadaire Moacrealsloa sur Radio Panik explore toutes les formes de musique a-conventionnelle. Certains l'utilisent comme guide musical pour élargir leurs horizons. Pour célébrer ces 3 décennies, un nouveau mix sera diffusé chaque jour pendant le mois de janvier. Un beau voyage éclectique vous attend, avec à chaque fois une courte introduction.

20 gennaio 2022

 

Uno dei compiti che Fred Frith si era dato nella prima fase dell'isolamento imposto dalla pandemia - estrarre da decine di malandate audiocassette il necessario per documentare (in breve) l'incredibile itinerario Skeleton Crew tracciato in concerto con Tom Cora tra il 1982 e il 1986, con il concorso in due diverse epoche di Dave Newhouse e Zeena Parkins - è giunto a buon termine, anzi ottimo: Free Dirt (Live), su Klanggalerie.

Skeleton Crew was founded in the early 1980s by Fred Frith and Tom Cora. The original idea was to create a new group out of the ashes of Massacre, but medical issues of several potential members saw Frith & Cora end up as a duo. They started experimenting with what they could achieve by themselves, recorded the fantastic debut album Learn to Talk and finally decided to take the new project out on the road. Dave Newhouse of The Muffins joined them for these live shows which proved very successful. Back in the studio, Frith and Cora recorded their second and last album, The Country of Blinds, and afterwards went on tour again. This time, they were joined by multi-instrumentalist Zeena Parkins who had already played on the recent album. Fred Frith remembers the days of touring as very low-key affairs with incredibly exciting results, saying the songs they played sounded very different every single night, such was the energy that was created by the band on stage. Everybody who has seen them perform will agree that Skeleton Crew on stage was a once-in-a-lifetime experience.

19 gennaio 2022

Una delle pagine 'maggiori' del catalogo Hatfield and the North, Mumps, rivive invece tra le dita di Muramasa, che oltre ad eseguirla nello specifico pressoché senza errori dispensa pure consigli su come riprodurre i suoni milleriani in generale: https://youtu.be/9swRI4aenMk

https://twitter.com/sutoratobeck

18 gennaio 2022

 

Alcune pagine 'minori' del compositore georgiano Giya Kancheli (1935-2019), indirizzate principalmente al cinema e al teatro, prendono nuova vita nell'interpretazione - a distanza, come Covid comanda - di Jenny Lin e Guy Klucevsek: Simple Music, per Steinway & Sons.

https://www.steinway.com/kancheli-simple-music

17 gennaio 2022


A due dei sette oceani centrali nei miti cosmogonici dell'Induismo è intitolato il nuovo lavoro di Mike CooperOceans of Milk and Treacle, colonna sonora di un film ispirato da uno dei principali testi moderni sulle tradizioni religiose dell'India, The Religious Culture of India-Power, Love and Wisdom di Friedhelm Hardy. Il cd esce per l'australiana Room40 ed è accompagnato da un generoso libretto con scritti e collage originali dell'autore: tra vortici di chitarre, percussioni e registrazioni d'ambiente provenienti da Bali, Cambogia, Vietnam e Sri Lanka compaiono Viv Corringham, Geoff e Aaron Hawkins, Tim Hill e - per qualche attimo rubato agli archivi Recedents - anche Lol Coxhill e Roger Turner.

https://room40.bandcamp.com/oceans-of-milk-and-treacle

16 gennaio 2022

 

Journey
Fred Van Hove (1937-2022)




15 gennaio 2022

Vasto anche l'orizzonte scelto da Tony Hymas per rincorrere la passione di una vita, da solo al pianoforte tra Satie e Debussy, Janácek e Rzewski, l'Inno delfico primo e Il lamento del partigiano, cose proprie e di Sidney Bechet... Un incanto: De Delphes...

http://www.natomusic.fr/DeDelphes

14 gennaio 2022

 

Con Guigou Chenevier in passato ha incrociato spesso la sua traiettoria Rick Brown, stringendo diretta alleanza con lui e Charles Hayward nel trio Les Batteries - nella versione a due si videro più volte anche in Italia per il Circ.a - e partecipando entrambi a numerose vicende delle musiche innovatrici tra gli anni Ottanta e Novanta. Dopo V-Effect, Fish & Roses, Run On, Timber e Curlew, in tempi recenti Brown ha ritrovato seguito e notorietà assieme al chitarrista Che Chen in 73 Dollar Bills, molto attivo dal vivo sulla scena newyorkese come duo polistrumentale, non di rado in formazione estesa e variabile, sempre aperto a numerose ed eterogenee influenze. Il loro ultimo album, per esempio, vede all'orizzonte Harry Partch e Pauline Oliveros, Bob Dylan e Yoko Ono, Allen Toussaint e Dolly Parton (con un tocco di MC5): (Other) People's Music.

https://75dollarbill.bandcamp.com

13 gennaio 2022

 

Si può prenotare già ora l'atteso libro di Guigou Chenevier sulla pazza pazza storia del suo gruppo più celebre, Etron Fou Leloublan. In uscita a marzo presso Lenka lente, in edizione bilingue.

http://www.lenkalente.com/une-histoire-d-etron-fou-leloublan

12 gennaio 2022

 

Uno sguardo al futuro lo lancia invece l'inarrestabile Dave Newhouse, che conclusa da poco l'esperienza Moon Men ne inaugura immediatamente un'altra: Moon X, al via con Zap!.

https://davenewhouse.bandcamp.com/album/zap

11 gennaio 2022

 

Doppio sguardo alla storia recente e meno recente del Pianeta Gong: Live at Longlaville, un bell'inedito dell'ottobre 1974 con la formazione di You, e Pulsing Signals, una sintesi dei concerti del 2019 del quintetto di The Universe Also Collapses. Disponibili entrambi in cd e vinile, con graziose aggiunte se li si acquista direttamente presso il bazaar autorizzato.

https://www.planetgong.co.uk

10 gennaio 2022

 

Tra quanti esprimono auspici all'inizio dell'anno c'è anche Henry Kaiser, propenso a proseguire nel 2022 la sua serie di contributi periodici presso il canale YT della Cuneiform, con un'antica invocazione ripresa assieme a Josh Michaell: O Death.

https://youtu.be/YN3Xg6XHxcQ

09 gennaio 2022

 

E se un solo Bob Drake non basta, se ne possono avere quattro o cinque tutti assieme: Band of Bobs.

https://vimeo.com/drakebob

08 gennaio 2022

 

Anche per questo inizio d'anno Bob Drake conferma gli appuntamenti a cadenza mensile - a volte quindicinale - con i propri ascoltatori, trasmettendo da casa in diretta streaming secondo una formula ormai consolidata che lascia spazio di tanto in tanto a qualche piccola (o grande) novità. Come oggi, per esempio: "This show will be all acoustic, and feature songs, improvisations, dogs, mysterious stones, ghostly apparitions, a brand-new song called Planet of Dogs (Don't Tell Me There Can't Be A), and probably more things I can't think of right now. So if you have nothing better to do at the appointed hour, why not tune in?". Su Twitch a partire dalle 19.00.

https://www.twitch.tv/bob_drake

07 gennaio 2022

 

E a causa del Covid salta di nuovo il giro di concerti di Dog Stab! che i Residents avevano in programma in mezza Europa nelle prossime settimane. Tutte rinviate di un anno le date previste: ai fan non resta che cercare di consolarsi con i documenti audio e video pubblicati da Grand Chess Records in seguito a una delle pochissime uscite del 2021, quella di inizio giugno per l'anniversario di Night Flight filmata da John Sanborn.

Originally conceived as a tour to support the new album Metal, Meat & Bone (the songs of Alvin Snow, aka Dyin' Dog), with a second set of Duck Stab material to fill out the evening, this show underwent a few changes when it was cancelled two (and a half) times due to the Covid-19 pandemic that hit in 2020. The North American tour was originally scheduled for April and May of that year, but was postponed for a full year, and then to August and September of 2021. Eventually all but the California dates were cancelled. A European tour scheduled for early 2022 has been postponed to 2023. During the downtime, The Residents went into a studio to record a performance of Duck Stab to be featured on Night Flight's 40th anniversary program. By the time the public California performances finally did happen, the show began to be billed as the 50th anniversary tour, with an encore performance of The Third Reich 'n' Roll.

06 gennaio 2022

 

Anziché sulla scopa oggi a Londra la Befana arriva su un razzo seguendo la scia cosmica Spaceheads, atterra al Cafe Oto, scende e offre doni a tutti, senza esclusioni. Solo in streaming però, a causa del Covid. Robyn Steward con Charles Hayward, Jemma Freeman e The Cosmic Something: Robyn's Rocket.

https://www.cafeoto.co.uk/robyns-rocket
https://youtu.be/1OtGpaDm3_E

05 gennaio 2022

 

La cara voce narrante di Viv Stanshall torna a farsi sentire nella favoletta sinfonica di Prokof'ev Pierino e il lupo adattata per ensemble più o meno rock da Jack Lancaster e Robin Lumley nel 1975, con la partecipazione di Manfred Mann, Chris Spedding, Brian Eno, Keith e Julie Tippett, Jon Hiseman, Bill Bruford e Alvin Lee tra gli altri. L'album è riproposto da Esoteric Recordings: Peter and the Wolf.

https://www.cherryred.co.uk/peter-and-the-wolf

04 gennaio 2022

 

Altri racconti di Canterbury, spesso alternativi e paralleli a quelli ufficiali, li narra da sempre e in modi vari Mark Hewins, protagonista in prima persona di molte storiche vicende anche a fianco dei Grandi: per esempio Hugh Hopper, Pip Pyle, Elton Dean, Richard Sinclair e Lol Coxhill, tutti presenti nei tre volumi Canteresque Compilation che ha da poco pubblicato su Bandcamp.

03 gennaio 2022

 

Giunto al centesimo post al suo blog Facelift-The Canterbury Scene and Beyond... Phil Howitt illustra lo stato di avanzamento dei lavori del libro biografico che sta componendo su Hugh Hopper, atteso forse già a fine anno per Jazz in BritainDedicated To You But You Weren’t Listening.

https://canterburyscene.com/hugh-hopper

02 gennaio 2022

 

Suona un po' italiano il primo assolo dell'anno di Eugene Chadbourne, eseguito con una dodici corde prodotta a Recanati: fa parte della serie quotidiana Head of Books, ininterrotta da ottobre a oggi - con una breve pausa tra un paio di giorni, in coincidenza con il compleanno del Nostro - e in programma fino al 2025.

https://www.hibou-anemone-bear.com/Head-of-Books